Formazione di circo sociale

Formazione di circo sociale

Un corso tutto nuovo per imparare le tecniche del circo da portare in campo educativo!

Se sei una maestra, un educatore o lavori in abito educativo, questo è il corso perfetto per te!

Il corso prevede  lezioni di tecnica circense e teatrale, intervallate da lezioni pratiche e manuali per la costruzione di attrezzi come trampoli, rollabolla, palline e altri attrezzi. (il costo del materiale sarà a parte)

Una volta a trimestre il gruppo farà un uscita sul campo, ovvero comunità di ragazzi disabili, case di riposo, progetti di prevenzione al disagio, ecc.

Età: dai 18 anni in su

Quando: Mercoledi’ dalle 19.15 alle 20.45   + 3 uscite in contesti educativi, il sabato con date da definirsi

Costo:  60 euro/mese
Se frequenti due corsi avrai uno sconto di 15 euro al mese

 

Prova gratuita su prenotazione mercoledì 30 settembre!
Scrivi a segreteria@spaziobizzarro.com

I corsi di Spazio Bizzarro sono da considerarsi annuali, ma per quest’anno il pagamento sarà a cadenza mensile.
Il pagamento sarà da effettuare il primo giorno di corso del mese, in contanti, con POS nella nostra sede (o eventualmente bonifico).
Le lezioni perse per cause personali non potranno essere recuperate.
Le lezioni perse per cause interne a Spazio Bizzarro, verranno invece recuperate.

 

*Per poter frequentare i corsi è necessaria la tessera associativa e assicurativa di 20 euro, che ha validità annuale. Scopri perché hai bisogno della tessera Spazio Bizzarro!

 

 

Ma cos’è il circo sociale?

Il termine circo sociale si riferisce a una metodologia che utilizza le arti circensi come mezzo per la diffusione della giustizia e il benessere sociale.
Si utilizzano strumenti pedagogici alternativi per lavorare con diversi tipi di utenze cui esso possa apportare benefici e integrazione. Ci si riferisce soprattutto alle cosiddette “fasce deboli” che in questo contesto possono trovare uno spazio di espressione e di valorizzazione della propria individualità e delle proprie capacità messe al servizio di un progetto condiviso.
Lo scopo non è quindi quello di formare dei performer o acrobati, ma utilizzare il circo come mezzo espressivo.
Un’altra caratteristica del circo sociale è infatti la sua universalità, accessibilità e versatilità. Ogni persona, in base alla propria capacità, è in grado di realizzare le proprie potenzialità attraverso la vasta gamma di attività che offre il circo. Si può partecipare a: giocoleria, discipline aeree (trapezio, tessuti, cerchio), equilibrismi, acrobatica, clownerie, magia, acro-balance, ecc. Così, chi non ha la flessibilità necessaria per essere un contorsionista può provare il bilanciamento, chi non ha la possibilità di fare il trapezio, può essere un clown, chi non è interessato all’attività fisica ha l’opportunità di lavorare con il set, l’illuminazione, o i costumi.
Inoltre, il circo sociale non ha barriere di ingresso: non c’è bisogno di sapere leggere e scrivere per partecipare.